Pakistan.Undici anni ed un’infanzia negata

Undici anni ed un solo, ossessivo sogno nel cassetto, diventare uno shaid, un martire suicida per guadagnarsi il paradiso e la riconoscenza ultraterrena di Allah, principio e guida di ogni azione di un buon credente. La storia raccontata alla BBC da Abdus Salam, giovane ragazzo pachistano oggi quattordicenne, sembra la trama di un romanzo frutto della fantasia di un abile … Continua a leggere

Donne e media, esperienze a confronto

Comunicazione e new media sono stati i temi al centro del dibattito nel corso del convegno “Donne e Media. Giornaliste italiane e del mondo arabo a confronto”, appuntamento “in rosa” svoltosi presso il Ministero degli Affari Esteri ed organizzato da Agi e Arab Italian Women Association. Due giorni incentrati sulla comunicazione al femminile attraverso il confronto di esperienze di donne … Continua a leggere

“United Nation Women”. L’Iran nel Consiglio di amministrazione

La Repubblica Islamica dell’Iran, potrebbe avere presto un proprio rappresentante nel consiglio di amministrazione della “UN Women”, agenzia delle Nazioni Unite di promozione della parità per le donne. Quello che sembra uno scherzo di cattivo gusto, potrebbe infatti diventare realtà l’11 novembre, data in cui saranno designati i membri della neo costituita agenzia che sarà guidata da Michelle Bachelet, ex … Continua a leggere

Il ritorno dei Pink Floyd. Suggestione o realtà??

La notizia che rimbalza dal Regno Unito è di quelle che fa tremare i polsi non solo ai fan della leggendaria band britannica ma a tutti gli appassionati di musica. I Pink Floyd potrebbero tornare a suonare insieme per scopi benefici. Negli ultimi anni, certo, si sono rincorse con costante periodicità voci in questo senso, ogni volta puntualmente smentite a … Continua a leggere

“My name is Khan”

“Il mio nome è Khan e non sono un terrorista”. E’ questa la battuta rivolta al Presidente Obama che caratterizza il film “My name is Khan”, presentato al Festival Internazionale di Roma e che ha subito riscosso un largo successo di pubblico e di critica. La pellicola rappresenta un (riuscito) tentativo di dare una visione diversa dell’essere musulmani nell’America post … Continua a leggere